Archivio Tag: Netflix

Emmy 2019, i vincitori: Game of Thrones e Fleabag trionfano come migliori serie tv

Era la serie tv favorita con 32 nomination e trionfo è stato per Game of Thrones (Trono di Spade) trasmessa da Hbo. L’Oscar della tv per la miglior serie drammatica è andata alla serie che conta milioni di fan nel mondo.

Premiata come serie nella categoria commedie è stata Fleabag: produzione inglese è stata la protagonista della notte con Phoebe Waller Bridge, la creatrice e scrittrice della serie, che si è aggiudicata anche il titolo di miglior attrice.

Gli Emmy incoronano anche Billy Porter, la star di Pose, premiato come miglior attore protagonista nella categoria drama: è la prima volta che un afroamericano apertamente gay vince il riconoscimento. “Sono contento di aver vissuto abbastanza a lungo per vedere questo giorno” dice Porter sul palco con il premio in mano.

L’attrice Michelle Williams, che ha conquistato invece il premio come miglior attrice in una miniserie per Fosse/Verdon, ha ringraziato Fox e i produttori della serie tv per “averla sostenuta e per averla pagata” in modo adeguato, nello stesso modo con cui sono retribuiti i suoi colleghi uomini.

La notte degli Emmy riporta alla ribalta anche il caso dei cinque ragazzi afroamericani accusati di aver stuprato una ragazza a Central Park nel 1989 e poi scagionati.

Jharrel Jerome ha vinto l’Emmy come miglior attore protagonista in una miniserie per They See Us (produzione di Netflix): “Questo è per Raymond, Yousef, Antron, Kevin e King Corey Wise. Grazie, è un onore” dice Jerome. I ragazzi invitati alla cerimonia si sono alzati in piedi e alzato il pugno.

L’articolo Emmy 2019, i vincitori: Game of Thrones e Fleabag trionfano come migliori serie tv proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

Ellen DeGeneres: “Sono stata molestata dal mio patrigno. Mia madre non mi ha creduto ed è rimasta con lui 18 anni”

“Il mio patrigno mi ha detto che mia madre era fuori città perché le era stato trovato un nodulo al seno, e che quindi lui doveva toccare anche il mio seno. Così l’ha fatto. Poi l’ha fatto un’altra volta. Poi l’ha fatto ancora, e ancora”. Così Ellen DeGeneres, attrice e doppiatrice americana, ha rivelato gli abusi sessuali subiti dal terzo marito della madre quando era ancora un’adolescente, durante un’intervista al David Letterman Netflix Show. Qualche tempo dopo i fatti lo raccontò a sua madre ma, ha spiegato Ellen, “lei non mi ha creduto. È rimasta con lui per altri 18 anni”.

Gli abusi sono iniziati proprio quando diagnosticarono un cancro al seno alla madre, che a causa della malattia passava un po’ tempo fuori casa. Una volta, l’uomo tentò persino di sfondare la porta della sua camera da letto per entrare e molestarla. Lei si salvò fuggendo dalla finestra. “Avevo 15 anni ed ero troppo debole per ribellarmi”, ha raccontato Ellen. “Oggi che ho 61 anni sono ancora arrabbiata con me stessa. È una storia terribile, e l’unico motivo per cui ora rivelo i dettagli è che non voglio che altre ragazze permettano mai a nessuno di far loro la stessa cosa”.

L’attrice ha spiegato che non vuole che le donne dubitino dei racconti delle figlie, come invece fece sua madre. I primi tempi, a lei non disse nulla “per cercare di proteggerla”, dato che stava combattendo contro il cancro. Ma ora, ha detto Ellen, “so che non avrei mai dovuto proteggere mia madre. Avrei dovuto proteggere me stessa. Ora mi fa arrabbiare quando le vittime non sono credute”. Giù nel 2005, l’attrice aveva già dichiarato, genericamente, di aver subito molestie dal patrigno.

La mamma Betty, dopo il racconto pubblico della figlia, ha dichiarato a Nbc News di essere addolorata per non averle creduto: “Ora so che una delle cose più difficili da fare è parlare dopo essere stata vittima di abusi sessuali. Amo mia figlia e vorrei avere avuto la capacità di ascoltarla quando mi raccontò cosa era accaduto”. Ellen DeGeneres è tra i personaggi più influenti di Hollywood. Da molto tempo conduce battaglie per i diritti civili, ed è stata una delle prime attrici a rivelare in pubblico la propria omosessualità quando, nel 1997, essere gay a Hollywood era ancora considerato un tabù.

L’articolo Ellen DeGeneres: “Sono stata molestata dal mio patrigno. Mia madre non mi ha creduto ed è rimasta con lui 18 anni” proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

La casa di carta 3, la corsa contro il tempo per salvare Rio: “Dovremo fare un gran casino”. Il nuovo trailer con Berlino

Dobbiamo salvare Rio“. La nuova missione de La casa di carta 3 (La casa de papel, Money Hist) sembra essere quella di liberare Rio, sorpreso dai militari nel corso della sua fuga-vacanza dopo il colpo alla Zecca spagnola. Netflix ha rilasciato il trailer ufficiale della terza parte, che sarà in onda a partire dal 19 luglio. “Non volevamo tornare”, ha spiegato in un video il Professore, “ma visto che hanno catturato uno dei nostri, siamo costretti a farlo. E a fare le cose in grande”. Alla banda si aggiungeranno nuovi personaggi. Resta il mistero delle scene girate a Firenze con Berlino (un flashback?).

Video Netflix/Youtube

L’articolo La casa di carta 3, la corsa contro il tempo per salvare Rio: “Dovremo fare un gran casino”. Il nuovo trailer con Berlino proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

Caso Prati, Netflix annuncia serie tv su Mark Caltagirone, Barbara D’Urso: “Finale choc, non deluderà nessuno”

Il “caso” del matrimonio tra Pamela Prati e il fantomatico Mark Caltagirone ha tenuto banco per mesi in tv e sui giornali, fino a ieri quando c’è stato l’epilogo di tutta questa intricata vicenda con la conferma del fatto che era tutta una finta e Mark Caltagirone non è mai esistito. Una storia degna di “Beautiful“, che ha appassionato moltissime persone, tanto che alcuni hanno chiesto a Netflix di farne una serie tv. Detto fatto, sono stati subito accontentati dalla piattaforma di streaming online, che ha annunciato sui suoi social l’arrivo di una nuova serie proprio su questa vicenda.

Così, sul profilo ufficiale Twitter di Netflix si vede prima il tweet che fa sapere di una finta chiamata all’agente di Rami Malek (il protagonista di “Bohemian Rhapsody“), e subito dopo è apparsa anche la locandina di “Mark“, anche questa finta quanto il fidanzato della Prati: “La serie di cui abbiamo bisogno. Mark è disponibile ora (?)“, scrive la piattaforma mostrando una finta schermata di introduzione alla nuova serie, con tanto di immagine promo e trama.

Ma da Netflix hanno rilasciato anche la sinossi, che ricorda quella della serie tv Dark: “Nel 2019 un uomo senza volto innesca una serie di reazioni a catena tra intrecci familiari, misteri e matrimoni naufragati”. “Una serie dal finale CHOC, che probabilmente non deluderà nessuno”, ha aggiunto Barbara D’Urso che ha condiviso sul suo profilo Twitter la trovata di Netflix.

L’articolo Caso Prati, Netflix annuncia serie tv su Mark Caltagirone, Barbara D’Urso: “Finale choc, non deluderà nessuno” proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

Translate »